Torino Parquet
 

Dove posare il Parquet?

Posa su massetti a base di anidrite

Purché legno e massetto siano in corrette condizioni ambientali tutti i tipi di pavimenti in legno possono essere posati su sottofondi di questo genere. Devono comunque essere sempre verificate alcune altre condizioni quali: un'idonea barriera vapore sotto il massetto stesso e che
lo stesso contenga una umidità inferiore allo 0,5% in peso.

Su sottofondi di questo genere è comunque vietato effettuare rasature con livellanti cementizi o usare primer e collanti contenenti acqua.

Attualmente sono disponibili sul mercato anche speciali cementi idraulici a presa rapida, in grado di combinare chimicamente l'acqua d'impasto. Si ottengono così malte cementizie che essiccano completamene in circa 72 ore o in pochi giorni. L'unica precauzione è rappresentata dal minimo utilizzo di acqua d'impasto (la percentuale di questa non deve mai superare i dosaggi previsti e raccomandati dai produttori).

Posa di parquet su pavimenti preesistenti

Nel caso di sovrapposizione su vecchi pavimenti in ceramica, marmo o pietra, eliminare meccanicamente ogni traccia di sporcizia lavando, se necessario, con una soluzione al 10% di soda caustica.

Nel caso di vecchi pavimenti in vinilico, moquette, gomma, ecc. rimuovere il vecchio rivestimento ed eliminare meccanicamente tutto il collante possibile. Crediamo opportuno segnalare in questo capitolo che anche il legno dovrà soddisfare alcuni importanti requisiti per il conseguimento di un lavoro ottimale. In modo particolare segnaliamo il giusto grado igrometrico che a nostro giudizio dovrà essere compreso tra 8 e 10%.

Posa su massetto riscaldante

Tutti i tipi di legno si sono dimostrati idonei per una posa di questo genere. Ovviamente i valori di isolamento termico variano proporzionalmente allo spessore del parquet posato.

Prima della posa del parquet accertarsi che sulla struttura portante sia stato predisposto:
1. Barriera vapore (foglio di PVC)
2. Isolante termico (polistirolo) su cui si provvederà alla posa dei tubi radianti
3. Massetto di 30 - 40 mm
4. Giunto di dilatazione perimetrale al massetto stesso.

Condizioni per la posa del pavimento in legno

Come si è visto l’umidità massima per la posa del parquet deve essere:
Massetto cementizio: 2%
Massetto rapido: 1,7%
Massetto di anidrite: 0,2% in peso, determinata con igrometro a carburo

Per ottenere questo è necessario, dopo una sufficiente stagionatura, provvedere al riscaldamento del massetto,
per almeno 2 - 3 settimane, con una temperatura del fluido riscaldante di circa 35 °C. Il riscaldamento deve essere spento 2 - 3 giorni prima della posa del parquet.
Dopo la posa, può essere messo in funzione aumentando gradatamente di circa 3 - 5 °C al giorno fino a portarlo alle condizioni di esercizio. Prima della posa del parquet l'umidità del massetto deve essere sempre verificata, anche
in profondità.

Normalmente per massetti riscaldanti non è ammessa l'esecuzione di rasature, consolidamenti o impermeabilizzazioni superficiali. Solo nel caso di limitate irregolarità è ammesso l'intervento per sistemazioni, utilizzando prodotti idonei alle condizioni di esercizio. E' consigliabile l'applicazione di un idoneo appretto (Primer) per migliorare l'adesione degli adesivi usati.

Nella posa del pavimento in legno con colle in dispersione acquosa è consigliabile mettere per alcuni giorni in funzione il riscaldamento prima di iniziare a levigare il pavimento; questo allo scopo di permettere un assestamento del parquet prima della stuccatura.


Torino Parquet è un rivenditore TOVER Tecnologie chimiche
Tover
www.tover.com